22/06/2009
Cani Killer: indagate 20 persone per il caso di Modica...
Mentre continuano le aggressioni di randagi in territorio siciliano (venerdý un branco cani ha ferito un uomo mentre faceva jogging e un altro a passeggio), la situazione nel litorale di Modica sembra tornare lentamente sotto controllo, 70 i cani accalappiati in tutto. Il sindaco di Scicli Giovanni Venticinque ha revocato l'ordinanza che vietava l'accesso alla spiaggia di Pisciotto e Sampieri, anche se nelle ore notturne il divieto permane. Intanto l'inchiesta aperta sulla morte del piccolo Giuseppe Brafa a Marina di Modica entra nel vivo della ricerca delle responsabilitÓ. Tra gli indagati ci sono alcuni veterinari delle Asl e l'Assessore ai Servizi sociali, Maurizio Miceli, l'Assessore all'Ecologia e manutenzioni, Raffaele Giannone, e l'Assessore all'Urbanistica nonchŔ vice sindaco Teo Gentile, questi ultimi dovranno spiegare come l'amministrazione ha agito nella gestione dei randagi affidando la custodia dei cani a Virgilio Giglio, la cui incuria Ŕ stata la causa scatenante della furia del branco. Ma secondo indiscrezioni sul caso gli indagati sarebbero una ventina tra forze dell'ordine, dirigenti comunali, tecnici e veterinari. Il pubblico ministero, sempre secondo qualche indiscrezione trapelata, sarebbe intenzionata a nominare un perito in grado di chiarire gli ultimi quesiti che si Ŕ posti la magistratura indagante e che ancora non hanno trovato una risposta adeguata. (Il giornale di Ragusa)